TENNISTAVOLO - Falco e Rossi, esperti in rimonte, sono i campioni di mistoVersione stampabile


immagine sinistra

Oltre alla disputa dei singolari di classe assoluti, la seconda giornata dei Campionati Italiani paralimpici ha proposto anche i tabelloni dei doppi misti. In classe 1-5 Federico Falco e Giada Rossi (Fondazione Bentegodi) hanno dato grandi dimostrazioni di recupero. In finale hanno infatti rimontato da 0-2 a 3-2 (6-11, 9-11, 11-7, 11-9, 11-7) i compagni di società Alessandro Giardini e Michela Brunelli. Già nei quarti i ragazzi terribili del 1994 erano risaliti (9-11, 13-15, 13-11, 11-7, 11-5) contro Ettore Malorgio (Sportni Krozek Kras) e Clara Podda (Tennistavolo L’Isola che non c’era). In semifinale hanno invece faticato meno per eliminare per 3-1 (11-5, 12-14, 11-4, 11-6) Salvatore Caci (Refrancorese) e Christina Ploner (Tennistavolo Vicenza). Giardini e Brunelli nel penultimo turno hanno sconfitto per 3-1 (11-7, 11-7, 9-11, 11-9) Gimmj Mestriner e Valeria Zorzetto, che dunque hanno condiviso il terzo gradino del podio con Caci e Ploner.

In classe 6-10 Francesco Lorenzini (Libertas TT Siena) ed Elena Elli (Tennistavolo Or. Ma.) hanno dominato per 3-0 (11-1, 11-2, 11-2) Agostino Fabrizio Valastro e Rosita Salomone (Sport Club Etna).

In classe 11 in finale si è lottato e alla fine hanno prevalso Giacomo Abbate (Radiosa Palermo) e Gessica Spampinato (Tennistavolo Albatros Zafferana Etnea) per 3-2 (11-7, 6-11, 7-11, 11-4, 11-7) su Lorenzo Rione Fili e Giorgia Cortina (Radiosa Palermo). Hanno completato la zona medaglie Mirco Cundari e Vincenza Di Girolamo (Centro Pol. Uisp Germaine Lecocq), che sono rimasti a secco (2-11, 4-11, 8-11) contro Abbate e Spampinato, e Domenico Restivo e Noemi Borgognone (Radiosa), che hanno impegnato fino al limite dei cinque set (11-8, 9-11, 11-2, 12-10, 11-5) Rione Fili e Cortina.


FITET



11/06/2018

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Dicembre  >>
LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31

Partner

  • Tesseramento Online
Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico